PINK ACTIVE

Sorry, this entry is only available in Italian. For the sake of viewer convenience, the content is shown below in the alternative language. You may click the link to switch the active language.

Il settore della logistica e dell’autotrasporto, come tutti i settori legati ai motori è tradizionalmente considerato di pertinenza maschile dove attività ingegneristiche, infrastrutture e investimenti rappresentano il core business. Il motivo dell’esclusione del “gentil sesso” è attribuibile ad una consuetudine culturale che “blocca” l’accesso a presenze femminili a causa di impegni fisici e contenuti tecnici che caratterizzano le attività del business.

Esiste, tuttavia, una evidente inversione di tendenza che vede crescere la presenza femminile in un settore tanto complesso, in primo luogo è cambiata la domanda di competenze all’ interno degli uffici di trasporti: è richiesta capacità di problem solving, gestione della complessità e orientamento ai valori della relazione; tutte qualità e competenze slegate dal genere a cui si appartiene. In secondo luogo stiamo assistendo ad una rinnovata politica di gestione delle risorse umane volta a principi di valutazione del merito a prescindere dalle diversità di genere.

Active Logistics dalla sua fondazione ha costruito un team estremamente eterogeneo e la componente “pink” negli uffici operativi attualmente si attesta al 65% . L’equilibrio di genere non lo consideriamo un traguardo ma la semplice conseguenza di scelte manageriali ricadute sulle vere e reali competenze di ogni soggetto.

Non abbiamo mai creduto agli stereotipi di genere ma alla capacità di ogni individuo di esprimere le proprie competenze e creare valore nel team. Crediamo che sarebbe auspicabile lavorare più intensamente per sviluppare un welfare aziendale efficace volto a intercettare i bisogni reali della donne e offrire loro servizi adeguati per conciliare vita lavorativa e vita privata.
Secondo uno studio del gruppo Soxedo, inoltre, “il dialogo tra elementi maschili e femminili può solo che incrementare un confronto ampio e costruttivo in grado di aumentare performance e competitività in azienda contribuendo alla creazione di un ambiente favorevole per la crescita dei dipendenti”.

Un gruppo eterogeneo  porta a decisioni di qualità più elevata, specialmente quando il settore di competenza, in questo caso quello dei trasporti, richiede di analizzare e processare molte informazioni.

La gestione delle risorse umane all’interno di Active Logistics è volta a garantire regole inclusive ad ogni livello in modo che tutti sappiano di poter essere ascoltati. Crediamo che questa politica costituisca terreno fertile per una crescita interna quanto esterna e nella costruzione di un team forte e coeso.